Contributi sui macchinari per le imprese agricole

27 Agosto 2021 | Bandi, Informazioni

Il Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) ha firmato il decreto con cui, grazie a un mini-fondo da 5 milioni di euro, verranno supportati gli investimenti del settore agricolo in macchinari e software.

Possono beneficiare delle agevolazioni le micro, piccole e medie imprese che determinano il reddito agrario ai sensi dell’articolo 32 del Tuir (Testo Unico Imposte sui Redditi), attive nella produzione agricola primaria, nella trasformazione o commercializzazione di prodotti agricoli, che effettuano investimenti in beni strumentali nuovi materiali e immateriali.

Le agevolazioni sono concesse, entro il limite di 20mila euro per beneficiario, nella forma del contributo a fondo perduto, pari al 30% delle spese ammissibili. La percentuale sale al 40% se si tratta di beni strumentali materiali o immateriali (software e applicazioni) che rientrano nella lista del piano Industria 4.0 (allegati A e B della legge 232 del 2016).

Le spese ammissibili devono essere pari ad almeno 5mila euro e vengono escluse quelle relative a beni usati o sostenute attraverso leasing mentre l’Iva è ammissibile solo se effettivamente sostenuta dall’impresa beneficiaria e non recuperabile.

L’investimento deve essere avviato successivamente alla presentazione della domanda di agevolazione ed ultimato entro 12 mesi dalla data del provvedimento di concessione. Va inoltre mantenuto per almeno 3 anni dalla data di erogazione del saldo del contributo o, se successiva, dalla data di installazione dell’ultimo bene incentivato, nel territorio della regione in cui c’è la sede legale o l’unità locale agevolata.

I termini di presentazione delle domande saranno definiti con successivo provvedimento del direttore generale per gli incentivi alle imprese del ministero dello Sviluppo, sicuramente si procederà con una procedura valutativa a sportello quindi in ordine cronologico.

Le istanze andranno inviate seguendo la procedura informatica che sarà disponibile sul sito del ministero e saranno necessari indirizzo di posta elettronica certificata comunicato al Registro delle imprese e firma digitale del legale rappresentante o di un suo delegato.

 

Potrebbe Interessarti

La Cina preferisce la moda Made In Italy

La Cina preferisce la moda Made In Italy

L’Italia segna un primato storico nelle sue relazioni commerciali con la Cina nell’ambito del fashion. Secondo i dati forniti da Ice Pechino, e relativi al primo semestre dell’anno (gennaio-giugno 2021), la Cina ha aumentato del 46% le importazioni di articoli di...

Interwine. Euroconsult porta il vino italiano in Cina

Interwine. Euroconsult porta il vino italiano in Cina

La Euroconsult offre alle aziende interessate la possibilità di partecipare alla fiera internazionale INTERWINE che si terrà 28 al 30 ottobre 2021 a Shenzhen (Cina) e alle successive edizioni del 2022. Giunta alla ventisettesima edizione, la più grande fiera cinese...

Simest. Riapertura dei bandi il 28 ottobre

Simest. Riapertura dei bandi il 28 ottobre

Tra le notizie più attese, a seguito della disponibilità di risorse inserite all’interno del PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza), c’era sicuramente la riapertura dei bandi Simest. E così è stato. Dalle ore 9:30 del 28 ottobre infatti, le imprese potranno...

Contattaci per maggiori informazioni

Euroconsult Soc Coop Italia
Euroconsult Soc Coop Italia
Euroconsult Soc Coop Italia
Sede di Enna

Via Roma n. 93 – 94100 Enna IT
tel / fax + 39 0935 22599
+ 39 333 1818674
+ 39 334 1275478

Sede di Shanghai

Room 312, 3th floor, Block 6, No. 631 Jiangning Road
Jing’an District
Shanghai – China
上海市静安区江宁路631号6号楼3楼312室

Seguici su
Email

info@euroconsultsicilia.eu