La mappa del rischio macroeconomico globale nel 2022

11 Gennaio 2023 | Informazioni

Quando la Russia ha invaso l’Ucraina, le rotte fondamentali per l’esportazione di grano sono state chiuse nel porto ucraino di Odessa, provocando un aumento dei prezzi alimentari globali.

Da allora, i mercati dell’energia sono stati sconvolti, portando i costi di riscaldamento europei alle stelle. Nel frattempo, l’inflazione globale è elevata e le banche centrali di tutto il mondo stanno aumentando i tassi di interesse in risposta alle crescenti pressioni sui prezzi.

Il rischio macroeconomico è una metrica generale che tiene conto di molti fattori di rischio esterni che potrebbero avere un impatto sui portafogli degli investitori e sulle valutazioni aziendali all’interno di un paese. Questi fattori includono elementi come la politica monetaria, i flussi commerciali e il clima politico.

Nei dati di Allianz Trade, il rischio macroeconomico di un paese è determinato in base alle seguenti categorie:

  • Rischio economico: indebitamento, politica monetaria, struttura economica
  • Rischio politico: indipendenza istituzionale, efficacia politica, concentrazione del potere
  • Ambiente aziendale strutturale: facilità di fare affari, quadro normativo
  • Rischio commerciale: interruzione della domanda a breve termine
  • Rischio di finanziamento: rischio di interruzioni a breve termine dei crediti

Nel contesto di questi dati, ogni calcolo per il livello di rischio macroeconomico è in definitiva un proxy che rappresenta il rischio che le società non effettuino il pagamento del debito all’interno di un determinato paese.

Dopo che gli Stati Uniti hanno aumentato i tassi di interesse negli anni ’80, molti mercati emergenti sono entrati in crisi a causa dell’aumento dei pagamenti del debito (denominati in dollari USA). Avanti veloce 10 anni dopo, e l’aumento dei tassi di interesse negli Stati Uniti ha innescato la crisi del peso messicano nel 1994.

Più di recente, nel 2013, quando la Fed ha iniziato a ridurre i suoi acquisti di obbligazioni, ha portato a forti deflussi di investimenti da India, Indonesia e Brasile.

Oggi, mentre i tassi di interesse statunitensi aumentano al ritmo più rapido degli ultimi decenni, i mercati emergenti si trovano ad affrontare nuove pressioni. La buona notizia è che alcuni paesi stanno assorbendo lo shock grazie alle maggiori riserve bancarie ea una crescita ragionevole. Tuttavia, allo stesso tempo, l’elevata inflazione e i disordini sociali stanno alimentando un rischio più elevato.

Il governo autoritario ha attanagliato l’Afghanistan, con i talebani che festeggiano il loro primo anniversario di governo. L’Argentina, anch’essa ad alto rischio, deve affrontare aumenti annuali dell’inflazione superiori al 70%, che potrebbero aumentare fino al 100% entro la fine dell’anno.

Dopo l’invasione dell’Ucraina, il rischio della Russia è stato spostato al livello più alto. Nonostante le sanzioni radicali in tutta la nona economia più grande del mondo, il PIL dovrebbe diminuire del -3,4%.

Nonostante spesso affrontino le proprie sfide, molti paesi continuano a essere considerati a basso rischio macroeconomico. Molti di questi si trovano in Europa, Asia e giurisdizioni insulari minori, oltre al Nord America.

A Taiwan, nonostante le crescenti tensioni con la Cina, il rischio rimane basso a causa di istituzioni forti e di una stabile democrazia multipartitica. Tuttavia, l’obiettivo della Cina di governare il Paese potrebbe intensificarsi e diventare più esplicito.

Inoltre, il Regno Unito ha affrontato una crescente instabilità del mercato dopo audaci annunci di tagli fiscali che sono stati successivamente abbandonati. Gli investitori sono diventati inquieti, come dimostra il calo della sterlina e l’aumento dei rendimenti dei gilt, i rendimenti dei loro titoli di stato.

Negli Stati Uniti, l’aumento dei tassi di interesse potrebbe probabilmente aumentare il rischio sul debito societario.

Oggi, il debito societario statunitense è pari all’80% del PIL, rispetto al 67% del 2007. Circa un terzo di questo debito rientra nel livello di investment grade più basso, BBB. Tuttavia, le riforme seguite alla crisi finanziaria globale hanno richiesto alle banche di seguire requisiti patrimoniali più severi, il che ha posto le istituzioni regolamentate in una posizione più forte per resistere alle turbolenze del mercato.

I rischi per il futuro

Il rischio che la Russia interrompa completamente le forniture di gas all’Europa potrebbe presentare sfide crescenti, soprattutto nel 2023 e nel 2024. Quest’anno, le forniture di gas della Russia all’Europa si sono dimezzate, facendo salire i prezzi dell’energia a livelli record. La crisi energetica ha accelerato i salvataggi aziendali, tra cui uno dei più alti nella storia della Germania.

L’insicurezza alimentare globale potrebbe anche accelerare se la crisi dell’offerta peggiora. La Russia e l’Ucraina forniscono il 10% delle calorie mondiali e forniscono a 26 paesi almeno la metà dei loro prodotti cerealicoli.

Un altro rischio potenziale è la tendenza alla deglobalizzazione. Anche se questo può essere difficile da misurare, alcuni dati indicano questo cambiamento. Negli ultimi anni, il commercio mondiale rispetto al PIL ha ristagnato dopo essere aumentato per diversi decenni.

Fonte: https://advisor.visualcapitalist.com/mapped-global-macroeconomic-risk-by-country-in-2022/

Potrebbe Interessarti

Euroconsult al Go International

Euroconsult al Go International

EUROCONSULT ITALIA sarà presente al Go International, l’evento espositivo di riferimento per i servizi export che si terrà il prossimo 4 e 5 ottobre presso il Palazzo delle Stelline (Corso Magenta 61) a Milano. Go International, organizzata da Italian Fair Service e...

Bando ISI 2022

Bando ISI 2022

Con la pubblicazione dell’avviso del 1° Febbraio 2023, l’INAIL mette a disposizione 330 milioni di euro per le imprese che investono in salute e sicurezza sul lavoro. L’Avviso ha l’obiettivo di incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento...

Ministero del turismo: incentivi imprese turistiche FRI-Tur

Ministero del turismo: incentivi imprese turistiche FRI-Tur

FRI-Tur (Fondo rotativo imprese per il sostegno alle imprese e agli investimenti di sviluppo nel turismo) è l’incentivo che punta a migliorare i servizi di ospitalità e a potenziare le strutture ricettive, in un’ottica di digitalizzazione e sostenibilità ambientale....

ALMA, il bando UE per i giovani neet

ALMA, il bando UE per i giovani neet

Grazie alle risorse del Fondo sociale europeo Plus (FSE+) 2021-2027, la call servirà a sostenere la preparazione e l’attuazione di ALMA – ‘Aim, Learn, Master, Achieve’: l’iniziativa, promossa dalla Commissione europea, per favorire la mobilità a livello...

Contattaci per maggiori informazioni

Euroconsult Soc Coop Italia
Euroconsult Soc Coop Italia
Euroconsult Soc Coop Italia
Sede di Enna

Via Roma n. 93 – 94100 Enna IT
tel / fax + 39 0935 22599
+ 39 333 1818674
+ 39 334 1275478

Sede di Shanghai

Room 312, 3th floor, Block 6, No. 631 Jiangning Road
Jing’an District
Shanghai – China
上海市静安区江宁路631号6号楼3楼312室

Seguici su
Email

info@euroconsultsicilia.eu