605 milioni per l’export Made in Italy

10 Maggio 2021 | Informazioni

Il nuovo Piano Made in Italy 2021-2024 è pronto. E-commerce, voucher alle PMI, fiere e la fidelizzazione della domanda all’estero sono i capitoli più importanti. Sono oltre 605 milioni i fondi disponibili per tutto il quadriennio con cui ICE Agenzia, l’ente preposto all’attuazione del Piano, potrà realizzare i singoli progetti che saranno indicati nella convenzione che sarà firmata con il ministero.

Una delle quote più importanti è destinata alle fiere, tra i soggetti più colpiti dalla pandemia, ai quali il Piano assegna 120 milioni in quattro anni.  Per sostenerle, sono previsti 30 milioni all’anno per le principali manifestazioni fieristiche italiane di livello internazionale che rappresentano un volano strategico per l’export italiano.

Diverse linee di intervento si rivolgono, poi, all’aumento della competitività delle imprese italiane sui mercati internazionali. A tal fine, le quote più alte (80 milioni l’una) sono assegnate, da un lato al sostegno all’utilizzo degli strumenti di e-commerce da parte delle PMI; dall’altro, al rafforzamento organizzativo delle start up nonché delle micro, piccole e medie imprese, in particolare attraverso l’erogazione di contributi a fondo perduto in forma di voucher.

Per la formazione e l’informazione sulle opportunità offerte dai mercati esteri alle imprese, in particolare le PMI, il Piano stanzia 10 milioni l’anno; infine oltre 9,5 milioni su base 2021-2024 saranno usati per sostenere le micro e piccole imprese a partecipare ai bandi europei ed internazionali.

La quota più ampia del Piano (32 milioni di euro l’anno) verrà usata invece per la promozione dei prodotti italiani sui mercati esteri, per la realizzazione di tipologie promozionali innovative per l’acquisizione e la fidelizzazione della domanda dei mercati esteri. A questi si aggiungono poi 15 milioni all’anno a sostegno della penetrazione dei prodotti italiani nei diversi mercati, anche attraverso appositi accordi con le reti di distribuzione.

Infine ampio spazio ad alcune specifiche linee di prodotto:

  • 10 milioni all’anno verranno stanziatiper realizzare campagne di promozione strategica per i prodotti agroalimentari sottoposti ad aumento di dazi e di contrasto al fenomeno dell’Italian sounding;
  • 8 milioni l’annosaranno impiegati per la valorizzazione delle produzioni di eccellenza, in particolare agricole e agroalimentari, e per la tutela all’estero dei marchi e delle certificazioni di qualità e di origine delle imprese e dei prodotti.

Distinta dalle altre azioni di sostegno all’export vero e proprio, spicca la linea di intervento destinata ai foreign direct investments (FDI). Il sostegno ad iniziative di promozione delle opportunità di investimento in Italia, nonché la messa in piedi di un sistema di accompagnamento e assistenza degli investitori esteri in Italia, risultano fondamentali per la crescita economica di questo Paese. A tal fine, quindi, il Piano stanzia 4 milioni di euro l’anno per sostenere l’attrazione di investimenti esteri e che, anche in questo caso, dovrebbero essere gestiti da ICE.

Potrebbe Interessarti

La Cina preferisce la moda Made In Italy

La Cina preferisce la moda Made In Italy

L’Italia segna un primato storico nelle sue relazioni commerciali con la Cina nell’ambito del fashion. Secondo i dati forniti da Ice Pechino, e relativi al primo semestre dell’anno (gennaio-giugno 2021), la Cina ha aumentato del 46% le importazioni di articoli di...

Interwine. Euroconsult porta il vino italiano in Cina

Interwine. Euroconsult porta il vino italiano in Cina

La Euroconsult offre alle aziende interessate la possibilità di partecipare alla fiera internazionale INTERWINE che si terrà 28 al 30 ottobre 2021 a Shenzhen (Cina) e alle successive edizioni del 2022. Giunta alla ventisettesima edizione, la più grande fiera cinese...

Simest. Riapertura dei bandi il 28 ottobre

Simest. Riapertura dei bandi il 28 ottobre

Tra le notizie più attese, a seguito della disponibilità di risorse inserite all’interno del PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza), c’era sicuramente la riapertura dei bandi Simest. E così è stato. Dalle ore 9:30 del 28 ottobre infatti, le imprese potranno...

Contattaci per maggiori informazioni

Euroconsult Soc Coop Italia
Euroconsult Soc Coop Italia
Euroconsult Soc Coop Italia
Sede di Enna

Via Roma n. 93 – 94100 Enna IT
tel / fax + 39 0935 22599
+ 39 333 1818674
+ 39 334 1275478

Sede di Shanghai

Room 312, 3th floor, Block 6, No. 631 Jiangning Road
Jing’an District
Shanghai – China
上海市静安区江宁路631号6号楼3楼312室

Seguici su
Email

info@euroconsultsicilia.eu