Resto al Sud 2.0

7 Maggio 2024 | agevolazioni, Bandi

Il programma “Resto al Sud”, nato nel 2017 con un budget iniziale di 1.250 milioni di euro, ha segnato un punto di svolta per le regioni meridionali d’Italia. Dopo il successo di questa prima fase, il Governo ha recentemente approvato il “Decreto Coesione” che introduce “Resto al Sud 2.0”. Questa nuova edizione non solo sostituisce il programma precedente, ma lo integra e lo amplia, portando nuove opportunità per l’autoimprenditorialità nel Mezzogiorno.

“Resto al Sud 2.0” ha l’obiettivo di stimolare l’autoimprenditorialità e l’innovazione nelle regioni del Sud. Tra i suoi obiettivi principali troviamo:

  • Supportare la creazione di nuove imprese attraverso incentivi economici e assistenza tecnica.
  • Promuovere la crescita e l’innovazione delle imprese esistenti finanziando progetti di sviluppo e digitalizzazione.
  • Favorire l’occupazione, creando nuovi posti di lavoro e sostenendo l’inserimento lavorativo di categorie svantaggiate.

Il programma è rivolto a:

  • Giovani under 35, con particolare attenzione a donne e categorie svantaggiate.
  • Persone sopra i 35 anni in situazioni di difficoltà lavorativa, come disoccupati di lunga durata o provenienti da contesti di marginalità sociale.

Resto al Sud 2.0 offre una serie di incentivi, tra cui:

  • Voucher per l’autoimpiego fino a 40.000 euro per l’acquisto di beni e servizi necessari all’avvio dell’attività.
  • Contributi a fondo perduto che coprono fino al 75% delle spese per programmi di spesa fino a 120.000 euro.
  • Supporto per l’acquisto di tecnologie innovative e per iniziative che promuovono la sostenibilità ambientale.

Per accedere ai benefici del programma, i potenziali beneficiari devono presentare un progetto dettagliato che illustri come intendono avviare o espandere la loro attività. I progetti vengono valutati sulla base della loro fattibilità, sostenibilità e impatto economico sul territorio.

Cumulabilità con altri programmi e requisiti di partecipazione

È possibile partecipare a Resto al Sud 2.0 anche se si è già beneficiato di aiuti da altri programmi di finanziamento. Tuttavia, è necessario dichiarare i benefici ottenuti nella domanda e questi verranno considerati nella valutazione del finanziamento complessivo ammissibile.

Non è necessario avere già un’attività avviata per accedere ai fondi. Resto al Sud 2.0 è aperto sia a nuovi imprenditori che desiderano avviare un’attività sia a quelli che vogliono espandere o innovare un’impresa esistente.

Potrebbe Interessarti

Euroconsult al Go International

Euroconsult al Go International

EUROCONSULT ITALIA sarà presente al Go International, l’evento espositivo di riferimento per i servizi export che si terrà il prossimo 4 e 5 ottobre presso il Palazzo delle Stelline (Corso Magenta 61) a Milano. Go International, organizzata da Italian Fair Service e...

CCIAA Rieti – Viterbo: Voucher Digitali I4.0 2024

CCIAA Rieti – Viterbo: Voucher Digitali I4.0 2024

La Camera di Commercio Rieti-Viterbo -, nell’ambito delle attività previste dal Piano Transizione 4.01, a seguito del decreto del Ministro dello Sviluppo economico del 12 marzo 2020 che ha approvato il progetto “Punto Impresa Digitale” (PID), intende promuovere la...

Brasile – Opportunità per le Aziende Siciliane

Brasile – Opportunità per le Aziende Siciliane

Sicindustria e Università di Palermo, partner di Enterprise Europe Network (la rete della Commissione europea per l’internazionalizzazione), organizzano un workshop per approfondire le opportunità di business in Brasile. L'evento si terrà il 14 giugno...

Contattaci per maggiori informazioni

Euroconsult Soc Coop Italia
Euroconsult Soc Coop Italia
Euroconsult Soc Coop Italia
Sede di Enna

Via Roma n. 93 – 94100 Enna IT
tel / fax + 39 0935 22599
+ 39 333 1818674
+ 39 334 1275478

Sede di Shanghai

Room 312, 3th floor, Block 6, No. 631 Jiangning Road
Jing’an District
Shanghai – China
上海市静安区江宁路631号6号楼3楼312室

Seguici su
Email

info@euroconsultsicilia.eu