La Cina verso il primato nei beni di lusso

1 Febbraio 2022 | Informazioni

La Cina si conferma un importante terreno di conquista per i marchi del lusso. Ha tutte le carte in regola per raggiungere la prima posizione entro il 2025, dopo aver reagito alla pandemia e aver chiuso il 2021 con una crescita a doppia cifra: +36% sul 2020, a 471 miliardi di remimbi, oltre 66 miliardi di euro, pari al 21% del valore dell’intero mercato dei beni personali di lusso.

Il mercato domestico cinese ha cominciato a crescere dopo il 2016: la Cagr del 2% per gli anni che vanno dal 2011 al 2016 è balzata al 26% tra il 2016 e il 2019. L’anno record è stato il 2020, con una crescita del 48 per cento sul 2019, la Cagr stimata da qui al 2025 è del 33% circa. Nel 2021 tra i beni che hanno registrato un incremento maggiore in termini di vendite spiccano la pelletteria (+60%), moda e lifestyle (+40%), gioielli (+35%), orologeria di lusso (+30%) e beauty (+20%).

Coinvolgere la clientela cinese, specialmente i giovanissimi, è una sfida sempre più decisiva per i marchi occidentali perché questi, complici le restrizioni sui viaggi internazionali ancora in vigore, hanno concentrato i propri acquisti sul mercato domestico.

Una quota sempre più rilevante delle vendite (nel 2021 è stata il 13%, in crescita dell’85%) viene fatta ad Hainan, un’isola duty free del Mar cinese meridionale. Si tratta della nuova shopping destination per i cinesi amanti del lusso (che vogliono acquistare a prezzi scontati, con una percentuale di sconto che va dal 30% al 55% sui listini ufficiali). Il 50% degli acquisti in valore sono in prodotti beauty.

Un’altra sfida interessante per i brand del lusso in Cina è quella che riguarda il canale digitale: includendo il duty free, la penetrazione delle vendite online sul totale delle vendite del lusso è di circa il 26 per cento. Nel dettaglio, settori come la pelletteria hanno ancora una penetrazione relativamente bassa delle vendite online (12%). E, quindi, molto potenziale. Soprattutto se consideriamo il livello di digitalizzazione dei consumi in Cina e l’età media dei consumatori.

Potrebbe Interessarti

Investimenti innovativi delle imprese agricole

Investimenti innovativi delle imprese agricole

L’articolo 1, comma 123, della legge 27 dicembre 2019, n. 160 (Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2020 e bilancio pluriennale per il triennio 2020-2022) ha istituito nello stato di previsione del Ministero dello sviluppo economico un apposito...

1,2 miliardi per i contratti di filiera

1,2 miliardi per i contratti di filiera

È stato pubblicato il V bando per i Contratti di Filiera del settore agroalimentare, come da decreto firmato dal Ministro delle Politiche Agricole alimentari e forestali Stefano Patuanelli lo scorso dicembre. La misura è finanziata dal fondo degli...

Made in Italy: vola anche la cosmetica

Made in Italy: vola anche la cosmetica

La cosmetica italiana chiude il 2021 con un fatturato in crescita del 9,9%, con numeri che sfiorano i 12 miliardi di euro. In risalita anche l’export, oltre quota 4,8 miliardi (+13,8%) e il mercato della cosmesi domestica (+8,8%). I dati sono stati forniti dal Centro...

Contattaci per maggiori informazioni

Euroconsult Soc Coop Italia
Euroconsult Soc Coop Italia
Euroconsult Soc Coop Italia
Sede di Enna

Via Roma n. 93 – 94100 Enna IT
tel / fax + 39 0935 22599
+ 39 333 1818674
+ 39 334 1275478

Sede di Shanghai

Room 312, 3th floor, Block 6, No. 631 Jiangning Road
Jing’an District
Shanghai – China
上海市静安区江宁路631号6号楼3楼312室

Seguici su
Email

info@euroconsultsicilia.eu