Fondo per la sovranità alimentare

25 Settembre 2023 | agevolazioni

Con l’approvazione della legge di Bilancio 2023 prendono il via nuove iniziative per rilanciare l’economia del Paese. In particolare, il Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste introdurrà un nuovo fondo per le imprese che operano nel settore alimentare.

Si tratta di uno stanziamento di 25 milioni di euro annui dal 2023 al 2026 per fornire assistenza alle imprese che operano nella filiera del mais, delle proteine ​​vegetali (legumi e soia), del frumento tenero, dell’orzo e delle carni bovine collegate alla linea “vacca-vitello” e SQNZ.

In particolare gli obiettivi previsti dall’impiego di tali fondi sono i seguenti:

  • Tutela del Made in Italy, valorizzando la qualità del cibo prodotto nel Paese;
  • riduzione dei costi derivanti dalla produzione delle imprese agricole;
  • sostenere le filiere agricole;
  • affrontare la crisi del mercato garantendo il miglioramento della sicurezza alimentare.

Il decreto emanato il 9 agosto definisce i criteri e le modalità di assegnazione delle risorse con l’obiettivo di:

  • sostenere la produzione di alcuni cereali di base e proteaginose di base ​​per rafforzare il sistema agricolo a fronte dell’aumento dei costi;
  • migliorare i contratti di filiera nei comparti maidicolo (mais), delle proteine ​​vegetali (legumi e soia), del frumento tenero, dell’orzo, delle carni bovine collegate alla linea “vacca-vitello” e delle carni bovine SQNZ (Sistema di qualità nazionale zootecnia).

Più nello specifico, le risorse verranno distribuite annualmente lungo le filiere come segue:

  • mais: 8 milioni di euro;
  • proteine ​​vegetali: 5 milioni di euro;
  • frumento tenero: 4 milioni di euro;
  • orzo: 3 milioni di euro;
  • carni bovine collegate alla linea “vacca-vitello” e delle carni bovine SQNZ: 5 milioni di euro.

Le aziende con un contratto di filiera di almeno tre anni possono rivolgersi direttamente all’ente gestore della misura, l’AGEA, l’Agenzia per le erogazioni in agricoltura. Le condizioni e le modalità per la presentazione della domanda saranno determinate entro 30 giorni dalla pubblicazione del regolamento.

Alla domanda dovrà essere allegata copia del contratto di filiera, se sottoscritto direttamente dal beneficiario, oppure copia del contratto di impegno/contratto di coltivazione.

Nel determinare il contributo spettante, il decreto prevede che, nel caso delle colture legate al mais, alle proteine ​​vegetali, al frumento tenero e all’orzo:

“l’impegno di coltivazione annuale desunto dal contratto deve essere incrementale rispetto alla media delle superfici dichiarate per la coltura oggetto dell’aiuto risultante dai piani di coltivazione grafici utilizzati per la domanda unica, presentata negli ultimi tre anni antecedenti.”

Nel calcolo del valore medio non vengono presi in considerazione gli anni in cui la coltura in questione non è stata seminata. Il contributo massimo per ettaro, erogato nel limite di 50 ettari complessivi per l’insieme delle coltivazioni, è così indicato:

  • mais: 400 euro/ettaro;
  • proteine ​​vegetali (legumi e soia): 250 euro/ettaro;
  • frumento tenero: 300 euro/ettaro;
  • orzo: 200 euro/ettaro.

Per quanto riguarda, invece, le imprese di allevamento di bovini, è concesso un aiuto per ogni capo presente in allevamento alla data del termine di presentazione delle domande:

  • 100 euro per la linea “vacca-vitello”;
  • 40 euro per i capi nell’ambito del Sistema di qualità nazionale zootecnia (SQNZ).

Dopo aver verificato informazioni e requisiti contenuti nella domanda, e dopo avere dato esito positivo, AGEA fissa l’importo del contributo individuale e informa i beneficiari del riconoscimento del contributo e dell’importo erogato. Il contributo verrà erogato in una o più rate, a seconda della disponibilità dei fondi.

Potrebbe Interessarti

Euroconsult al Go International

Euroconsult al Go International

EUROCONSULT ITALIA sarà presente al Go International, l’evento espositivo di riferimento per i servizi export che si terrà il prossimo 4 e 5 ottobre presso il Palazzo delle Stelline (Corso Magenta 61) a Milano. Go International, organizzata da Italian Fair Service e...

Beni Strumentali – Nuova Sabatini

Beni Strumentali – Nuova Sabatini

Con un'iniezione di risorse pari a 80 milioni di euro per il triennio 2024-2026, la Legge Sabatini consolida il proprio ruolo a sostegno della capitalizzazione delle PMI. Istituito nell'ambito del decreto Crescita (articolo 21) e inserito tra le misure Sabatini,...

Contattaci per maggiori informazioni

Euroconsult Soc Coop Italia
Euroconsult Soc Coop Italia
Euroconsult Soc Coop Italia
Sede di Enna

Via Roma n. 93 – 94100 Enna IT
tel / fax + 39 0935 22599
+ 39 333 1818674
+ 39 334 1275478

Sede di Shanghai

Room 312, 3th floor, Block 6, No. 631 Jiangning Road
Jing’an District
Shanghai – China
上海市静安区江宁路631号6号楼3楼312室

Seguici su
Email

info@euroconsultsicilia.eu